Chiara in Pennsylvania

Chiara, 18 anni, Chalfront (Pennsylvania – USA), Exchange Student italiana proveniente da Verona con YouAbroad. Questa ragazza, con cui sono in contatto, si trova a Chalfront, una cittadina della Pennsylvania di 4’000 abitanti, e sta passando il suo quarto anno all’estero. Una ragazza simpatica, affabile, divertente e soprattutto disponibile! Infatti mi ha concesso trenta minuti per farle un’intervista sulla sua esperienza negli States. Un’intervista utile a me stesso e a tutti i futuri exchangers. Procediamo!

Continua a leggere

Elena e Valerio negli USA

Se volete leggere l’intervista a Claudia e Francesco cliccate qui: Claudia in Wisconsin e Francesco in Indiana

L’intervista di oggi è un po’ diversa dalle altre. Infatti gli intervistati sono due e sarà una vera e propria intervista doppia. Ci sarà da divertirsi!

Elena e Valerio, entrambi 17 anni, Texas e Washington, exchange student da Milano e Roma con YouAbroad. Procediamo!

Continua a leggere

Francesco in Indiana

Se volete leggere la scorsa intervista cliccate qui:  Claudia in Wisconsin

Francesco, 17 anni, Fishers (Indiana – USA), Exchange Student italiano proveniente da Torino con YouAbroad. Questo ragazzo, con cui sono in contatto, si trova a Fishers, una cittadina di 70’000 abitanti dell’Indiana vicina ad Indianapolis, e sta passando il suo quarto anno all’estero. Un ragazzo simpatico, affabile, divertente e soprattutto disponibile! Infatti mi ha concesso trenta minuti per fargli un’intervista sulla sua esperienza negli States. Un’intervista utile a me stesso e a tutti i futuri exchanges. Procediamo!

Continua a leggere

Claudia in Wisconsin

Benvenuti in una nuova categoria! Intervista all’exchange student! In pratica intervisterò exchanges students che adesso si trovano negli States. Questo servirà a me come a tutti i futuri exchanges! Oggi ho intervistato Claudia.

Claudia, 17 anni, Howard (Wisconsin – USA), Exchange Student italiana. Questa ragazza, con cui sono in contatto, si trova ad Howard, una cittadina del Wisconsin, e sta passando il suo quarto anno all’estero. Una ragazza squisita, simpatica, divertente e soprattutto disponibile! Infatti mi ha concesso una mezzoretta per farle un’intervista sulla sua esperienza negli States. Un’intervista utile a me stesso e a tutti i futuri exchanges. Procediamo!

Ciao Claudia! Come ti trovi nella tua nuova città?

Ciao Stefano! Qui mi trovo benissimo. Mi trovo ad Howard in Wisconsin ed è davvero una piccola città. Molti exchanges vorrebbero capitare nelle città famose come New York o Los Angeles ma davvero pochissimi ci capitano. Ma io credo che in cittadine come la mia si possa cogliere la vera essenza americana e vivere la propria esperienza al meglio.

Perché hai scelto l’anno?

Quando ho conosciuto la mia agenzia, YouAbroad, il mio tutor mi ha detto che avrei potuto allungare il semestre all’anno ed era proprio quello che volevo fare. Per prima cosa ho scelto l’anno perché ho intenzione di diplomarmi e quindi prendere la Graduation americana e credo che questa sia una grandissima opportunità anche nel campo lavorativo sia americano che italiano. Inoltre ho scelto l’anno per apprendere meglio la lingua. Infatti nel primo semestre avevo alcune difficoltà con la lingua e anche nell’ambientarmi. Invece nel secondo semestre si inizia a vivere a pieno l’esperienza rafforzando alcuni rapporti di amicizia e soprattutto non avendo più problemi con la lingua. Infatti io consiglierei a tutti i futuri exchanges students di fare l’anno, anche se è dura, in futuro verrà tutto ripagato.

Come ti trovi in famiglia?

Penso che mi sto sempre più affezionando alla famiglia e davvero non riesco ad immaginare il momento in cui dovrò salutarli! Ho due genitori quarantenni, tre fratelli di sedici, quindici e undici anni e un bellissimo cagnolino che si chiama Trilly. I tre fratelli sono tre ragazzi adolescenti e a volte sono un po’ irascibili, ma va bene comunque. La mamma e il papà sono fantastici, mi trattano davvero come una figlia e non si fanno alcun problema a chiedermi come sto, a preoccuparsi di me. Ma allo stesso tempo non sono veri genitori quindi non hanno le stesse ansie di una mamma e un papà veri. Comunque credo di essere davvero capitata in una famiglia fantastica, li adoro!

Come ti trovi a scuola?

Ti giuro, adesso sono qui a scuola e non mi sembra vero di quanto possa essere bella. Ma si sa che negli States tutte le scuole sono così. A partire dalla cosa più stupida, perfino i bagni sono curatissimi! Poi la palestra, le classi è inutile che ti dica come siano. Poi qui è tutto estremamente pulito: addirittura mi butto sul pavimento! I professori sono gentilissimi e il rapporto che hai con loro qui è totalmente diverso da quello che hai con i prof. italiani: qui i professori sono molto amichevoli e sono tutti giovanissimi. ‘Nce stanno i bacucchi de novantanni (Cit.). Ti capiscono, ti aiutano e poi col fatto che sei straniera ti danno una mano. Il pranzo a scuola dopo un po’ stufa. Non stanno sempre le stesse cose ma comunque è il cibo della scuola e insomma manca un pochettino la pasta italiana. Le classi puoi scegliere quelle che vuoi. Per esempio sto facendo delle classi per tutto l’anno che sono Biology e U.S. History. Altre classi che ho fatto o sto facendo sono EconomiaMitologia, MatematicaCreative Writing (e non ho ancora capito cosa stiamo facendo perché il professore è assurdo! E’ troppo simpatico e quindi passiamo più tempo a ridere che a seguire la lezione), U.S. History e P.E, Anatomia (e la scorsa settimana abbiamo dissezionato un topo!). Non ancora ci credo che qui fanno queste cose e le sto facendo anche io! Comuqnue il livello americano non è come quello a cui noi siamo abituati e poi io avendo tre ore di allenamento ogni giorno (faccio la cheerleader) non ho davvero tempo per studiare. Poi è ovvio che quando ho una test il giorno successivo mi devo mettere sotto! Ma comunque loro non hanno interrogazioni quindi sono solo test, per di più a scelta multipla. Certo devi studiare un pochino ma nulla a che vedere con la scuola italiana!

Adesso facciamo meno i secchioni e parliamo degli amici. Hai legato con qualcuno?

I primi giorni, forse anche perché è una piccola città, ero al centro dell’attenzione. “Dio sei italiana! Pizza, pasta!” Ovviamente alcune amicizie le mantieni e altre le perdi. Io sono molto amica con le ragazze della mia squadra e usciamo un sacco insieme e poi ho legato con altri ragazzi e ragazze delle mie stesse classi. Poi ho anche legato con altri exchanges students.

Ora una domada un po’ imbarazzante. Come hai passato San Valentino?

Io qui, da ragazza, ti dico che i ragazzi più carini sono tutti fidanzati, e un po’ di rodimento c’è! Però se uno vuole divertirsi ha le occasioni per farlo. Quindi va bene così. Anche se, ora come ora, decidessi di iniziare una storia sarebbe un po’ assurdo perché tra tre mesi devo tornare a casa. E anche i ragazzi lo sanno. Ma la vita di un exchange student è fatta di divertimento, e se ti vuoi divertire non mancheranno le occasioni!

Anche se ci hai lasciato con un grosso punto interrogativo andiamo avanti. Parlaci delle feste americane! Come le hai vissute?

La prima festa, inaspettatissima, è stata Halloween, dove tutti i ragazzi diciottenni e ventenni si travestono come se fossero bambini di cinque anni per fare dolcetto o scherzetto. E questo è stato ciò che ho fatto con le mie amiche quel giorno anche perché non c’era scuola. Insomma ci siamo dati alla pazza gioia a bussare alle porte e prendere i dolcetti e la cosa figa è che loro durante tutto ottobre vanno a divertirsi nelle case stregate. Sarebbero delle case vere e proprie con persone all’interno che ti fanno spaventare. Ti giuro! Ti muori di paura! Per quanto riguarda il giorno del ringraziamento è identico a quello dei film! Le famiglie che si riuniscono, che preparano il tacchino, la torta alla zucca e addobbano molto le tavole quindi era anche una cosa un po’ scenica. E’ stato bellissimo, tutti insieme!e! Si sente molto il calore della famiglia e ho mangiato come poche in vita mia e ti dico tantissimo! Il giorno dopo, invece, era il Black Friday dove in tutti i negozi ci sono degli sconti che non puoi immaginare! Non so per i ragazzi, ma le ragazze saranno felicissime di fare shopping a gogo! Natale anche è stato molto bello! Identico a come lo vediamo nei film: le case addobbate, alberi di Natale dappertutto, le luci, le canzoni natalizie, il coro scolastico che canta le canzoncine mentre tu passi nei corridoi, i professori che si vestono da Babbo Natale. Davvero un’atmosfera magica! Se non fosse per il fatto che in Italia lo festeggio con la mia famiglia, oserei dire che è stato il Natale più bello della mia vita. Per quanto riguarda Capodanno invece sono rimasta un po’ delusa. Io essendo di Roma sono abituata a festeggiare, andare in giro con le mie amiche invece qui zero! Quello che ho fatto a Capodanno è stato stare a casa di una mia amica con altre mie amiche e amici e abbiamo aspettato la mezzanotte poi abbiamo guardato un film e basta. Insomma non lo vivono come noi.

Quanta voglia hai di tornare in Italia? Hai paura?

Oserei dire che questa sia la domanda più difficile fino ad ora. Guarda ho voglia di tornare ad abbracciare i miei amici, la mia famiglia, fare una passeggiata per il centro di Roma, tutto questo mi manca davvero tanto. Ma direi che ho voglia di tornare per quanto? Due o tre giorni? Poi tornerei qua perché so che tornando a Roma mi mancherebbe ogni singola cosa di questo posto e quindi sono abbastanza combattuta. Davvero vorrei che le due città fossero a solo 5 km di distanza. E’ difficile. Non oso immaginare il ritorno perché sarò felicissima di tornare a casa perché casa è casa però un po’ di tempo fa ho letto una frase che diceva: “Quando ritorni lasci la tua famiglia e i tuoi amici per ritornare dalla tua famiglia e dai tuoi amici“. Lasci la tua vita qua e riprendi la tua vita vecchia. Hai una ma non hai l’altra. Sei sempre (dice una parola inglese che non capisco e si lamenta perché non le viene la parola italiana) combattuta! Onestamente ho anche un po’ di paura a tornare. Con le mie amiche italiane mi sento sempre però tornando so di essere cambiata e molto probabilmente anche le persone in Italia. Ho paura che questo cambiamento non sia compatibile con le persone che ho lasciato e questo mi spaventa tanto. Comunque non sono la prima ad essere partita e neanche l’ultima e se l’hanno affrontato tante altre persone posso farcela anche io. Credo che il ritorno sia il momento in cui capisci davvero chi sono i tuoi veri amici.

Come ritieni il tuo inglese a quasi sette mesi che hai passato negli States?

Prima di partire credevo di saper parlare l’inglese ed ero abbastanza sicura di me stessa. Adesso ho capito che la Claudia di luglio di inglese non ne sapeva nulla! Adesso sono carica, felicissima, sicura di me quando parlo, anche il dialetto – lo slang – va alla grande e magari qualche termine di cui non so il significato lo capisco quando parlano. A volte mi capita di dire qualche verbo che non conosco ma è giusto e non so neanche io come faccia! Anche guardare i film mi aiuta tantissimo e infatti al sol pensiero di guardare film doppiati al mio ritorno mi dà un fastidio enorme! Ovviamente questo era uno degli scopi principali per cui sono partita. Adesso vedere di aver raggiunto il mio obbiettivo mi rende felicissima. Non avrei mai pensato di fare tutti questi progressi in soli sette mesi. Per esempio prima di partire avevo letto di persone che avevano cominciato a pensare e a sognare in inglese e io non potevo crederci. Quando invece ho iniziato io a sognare ho detto: O-M-M-I-O-D-I-O! Che poi i primi sogni che facevo erano metà in inglese e metà in italiano quindi mi svegliavo la mattina con un mal di testa assurdo!

Definisci la tua esperienza con una sola parola!

Travolgente.

Incoraggia i futuri exchanges students con una frase!

Partite, divertitevi, non pensate a nulla quando siete qui, godetevi la vostra esperienza perché è l’esperienza della vostra vita! In bocca al lupo a tutti!

Saluta tutti i lettori del blog!

Hey guys! You really need to che Stefano’s blog out, it’s freaking amazing! I hope y’all will have a wonderful experience, and enjoy your time here! ❤

1607080_561100997320359_2051327432_n