Sensi di colpa e sfogo

WordPress (il sito su cui ho il mio blog) mi manda una e-mail a settimana ricordandomi di scrivere un articolo per raggiungere il mio obiettivo. Ma cosa fare nel caso in cui non si abbia nulla da scrivere? Ecco, questo è ciò che è successo oggi. Sinceramente mi piacerebbe scrivere un articolo a settimana negli States, ma ovviamente in casi eccezionali sarò pronto a scriverne di più. Ma adesso come adesso le novità non arrivano purtroppo. O meglio, una novità c’è; ma sarà

realmente una novità? Ok, mi spiego meglio. Ogni exchange student con YouAbroad (la mia agenzia) ha un profilo CIEE (l’associazione americana che si occupa di prenderti e collocarti in qualche famiglia americana). In questo profilo possono comparire varie voci intraducibili, o se possono essere tradotte, insignificanti. In pratica quando invii l’Application, generalmente sul profilo CIEE si ha Not Placed, cioè non posizionato in alcuna famiglia. Da qualche giorno, dato che noi exchange abbiamo l’abitudine, anzi direi l’ossessione, di controllare il profilo CIEE ogni santo giorno e allarmarsi ed emozionarsi per qualsivoglia minimo e insignificante cambiamento, ho trovato la voce SUBMITTED. Non chiedetemi la traduzione, non ha senso. E se non riesci a dare un senso ad una parola usando uno dei traduttori online più utili e prestigiosi al mondo, quale WordReference, quella parola non ha un F-O-T-T-U-T-O senso! Procediamo con la spiegazione. Dato che noi exchanges di YouAbroad abbiamo un gruppo super cool di Whatsapp siamo giunti alla conclusione che: “QUALSIASI EXCHANGE STUDENT A CUI COMPARE SUBMITTED SUL PROFILO CIEE E’ STATO SCELTO DA UNA FAMIGLIA, MA QUESTA DEVE ANCORA CONFERMARE. GENERALMENTE DOPO POCHI GIORNI, MASSIMO UNA SETTIMANA, LA FAMIGLIA ARRIVERÀ (dal vangelo secondo gli Exchanges Students di YouAbroad, 3, 14-15).” Questo sarà vero? Domanda irrisolta. E’ capitato a due o tre ragazze che dopo il submitted, massimo 2 o 3 giorni, hanno ricevuto il placement. Altre, come l’exchange student più cucciola di Roma Ludovica, hanno Submitted da quasi un mese. Sono 3 giorni che ho Submitted, 3 giorni. Aggiornare la casella mail, camminare avanti e indietro fissando il cellulare, allarmarsi ogni volta che si sente il suono delle mail, e imprecare dopo la lettura di: “Vuoi un prestito di € 30.000? La nostra banca te lo dà in 48 ore. Con solo il 6783467 % di tasso di interesse!” sono le mie azioni quotidiane, manco me le avesse prescritte il medico o Gesù in persona. Ma s’addano fare. Dopo questo post divertente quanto la batteria dell’iPhone al 20% in gita alle 08:00 di mattina vi saluto e vado a vedere su Sky Bianca come il latte rossa come il sangue”. Ciao ragazzi!

P.s. Se sei un exchange student in crisi per i miei stessi motivi e vuoi scambiare le tue brutte emozioni col sottoscritto mandami una e-mail nella sezione contatti del menù del blog o aggiungimi su Facebook qui: https://www.facebook.com/stefano.chiaromonte

 

A little boy in a big world by Stefano Chiaromonte

3 Pensieri su &Idquo;Sensi di colpa e sfogo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...